the-crossing

 .

This is a series of four short videos, made since 2010 in several places on the planet. In this works i explore the idea of a nomad living in a timeless dimension, where civilization as we know it disappeared, washed away by an arcane catastrophe that is the background for the protagonist’s drift. The journey resulting from the vision of those lms is similar to the aboriginal walkabout: an aimless walk, made of encounters and observations, that is creating a fresh vision of the world, and also goes along with the identity’s progression of the protagonist while trying to survive to changes. The walk starts in the Australian desert and then continues, through three further stages, on the Sinop promontory and upon the Dolomites mountains. The journey is interrupted by a number of rituals that de nes the inner development of the character and set its continuous transformation and growth.

Questa è una serie di quattro video brevi realizzati a partire dal 2010 in diversi luoghi del pianeta. In questi lavori esploro la gura di un nomade che vive in una dimensione senza tempo dove la civiltà così come la conosciamo sembra non esistere più, spazzata via da una catastrofe che non viene mai svelata ma che fa da sfondo alla deriva del protagonista. Il viaggio che si compone dalla visione di questi lm è simile alla pratica del walkabout aborigeno: un percorso senza meta fatto di incontri e osservazioni che va a comporre una visione del mondo inedita e accompagna la ride nizione dell’identità del protagonista nel suo tentativo di sopravvivere ai cambiamenti. Il cammino inizia nel deserto Australiano per poi proseguire per stadi nel promontorio di Sinop in Turchia e sulle Dolomiti. A interrompere il viaggio una serie di rituali che seguono lo sviluppo interiore del personaggio e ne segnano la continua trasformazione e maturazione.

 Video watching order:

  1. A man afoot ain’t a man at all
  2. Tutulma
  3. Sweat Lodge
  4. Alpeggio